PUGLIA

Consorzio per l’area di Sviluppo Industriale di Taranto

CONSORZIO PER L'AREA DI SVILUPPO INDUSTRIALE DI TARANTO

Presidente: Geom Costanzo Carrieri
Direttore Generale: Ing Giacinto Angelastri

c/o Via Gobetti, 5
74100 Taranto

Tel. 099-7793842 / 099-792066
Fax 099-4004053 P.I. 00160180733

CHI SIAMO



La Legge 5 ottobre 1991, n. 317 “Interventi per l’innovazione e lo sviluppo delle piccole imprese”, pubblicata nel Supplemento ordinario n. 60 alla Gazzetta Ufficiale del 9 Ottobre, n. 237, all’art.36 definisce i sistemi produttivi locali, distretti industriali e consorzi di sviluppo industriale come quei sistemi produttivi locali, contesti produttivi omogenei, caratterizzati da un’elevata concentrazione di imprese industriali, prevalentemente di piccole e medie dimensioni con specializzazione produttiva, e da una peculiare organizzazione interna.

I Consorzi A.S.I. (ex SISRI) sono Enti Pubblici Economici per l’infrastrutturazione e la gestione di aree produttive (artigianali ed industriali) di particolare rilevanza regionale ed opera con autonomia amministrativa, organizzativa ed economico-finanziaria.

Il Consorzio A.S.I. di Taranto nasce nel 1960 e nel corso degli anni realizza alcune delle maggiori infrastrutture industriali presenti sul territorio, tra cui la realizzazione di gran parte dei moli e banchine del porto di Taranto, compreso il molo polisettoriale, servizi stradali, ferroviari ed edifici portuali. L’Area di competenza consortile all’attualità si articola in sette agglomerati, quattro dei quali definiti principali che si estendono una superficie complessiva di 1940 ettari, di cui 1720 sono destinate dal Piano Regolare alle attività produttive. Nelle aree del consorzio ASI di Taranto sono allocati altresì il centro siderurgico ILVA, la Raffineria ENI e la Cementir.

Servizi

Oltre alle aziende i naturali Stakeholders del Consorzio sono gli enti locali, nei confronti dei quali l’ASI si pone come partner qualificato, agenzia dello sviluppo, che offre agli enti locali che vi partecipano soluzioni e servizi. Tale obiettivo di supporto viene realizzato dal consorzio conformemente agli strumenti offerti dall’attuale quadro normativo regionale e precisamente ai sensi della LR 2/07 che consente la stipulazione di accordi o intese di programma per l’attuazione di interventi complessi, implicanti l’azione coordinata e integrata con altri soggetti, nonché per la gestione e l’erogazione di servizi connessi allo sviluppo dell’attività produttiva nei settori dell’industria, dell’artigianato e dei servizi.

Il Consorzio ASI gestisce, inoltre, l’incubatore sito in Taranto (ex Cisi) dotato di spazi modulari attrezzati, agibili e funzionali. Detto incubatore si estende su un’area di circa 6 ettari di terreno e con una superficie coperta di 15.00,00 mq è uno dei più grandi incubatori italiani e consente la promozione di impese innovative e lo start up delle altre accompagnandole con incentivi e servizi.

La forte crisi economica e del comparto industriale e al contempo la drammatica situazione ambientale registrata negli ultimi decenni ha sviluppato nella governance consortile la necessità di ricercare una visione diversa del proprio ruolo, puntando a qualificare in maniera green l’area industriale esistente esaltando il patrimonio di imprese, risorse umane di eccellenza, di luoghi dove costantemente sostenuti nella sperimentazione di nuove politiche della crescita.

Dove SIAMO